È TUTTA COLPA TUA!

 

Niente sfortuna.

Niente genetica avversa.

Nessuna congiunzione astrale poco propizia nel giorno in cui hai deciso di partire con il tuo nuovo programma di miglioramento fisico.

NULLA DI TUTTO CIÒ: È SEMPLICEMENTE “COLPA” TUA!

Lo so, è dura detta in questo modo ma continua a leggere e vedrai come e perché

SEI TU IL PEGGIOR NEMICO DI TE STESSO!

In effetti quel dannato farabutto che manda all’aria tutto ciò che di buono stai facendo, sei proprio tu.

Vuoi capire meglio come mai?

Vuoi comprendere come mai proprio tu ti fai del male in questo modo?

Seguimi attentamente e probabilmente noterai qualcosa di familiare in quello che sto per dirti.

PROLOGO

Hai appena iniziato il tuo bel percorso nuovo: nuova palestra, nuovo abbigliamento preso ai saldi, nuovo Coach, nuove motivazioni…

Insomma sei prontissimo per il tuo nuovo obiettivo e ti stai preparando alla grande per il tuo “primo giorno di scuola”.

Ti presenti alla gym, ti cambi,  incontri il tuo Coach, due chiacchiere, un caffè e… SI PARTE!

Tutto nuovo, adrenalina a mille e motivato come non mai, senti anche una strana sensazione sulla pelle di tutto il corpo, come un brivido.

E intuisci che SÌ, QUESTA È LA VOLTA GIUSTA!

Ti applichi, sudi, soffri, stringi i denti, giorno dopo giorno.

Noti con grande soddisfazione che il peso scende o sale (dipende dal tuo obiettivo), gli allenamenti migliorano, il tuo Coach storce la bocca e sai che è un sorriso compiaciuto, i muscoli si tonificano e tu, tu ti stai quasi divertendo!!!

Insomma, sembra andare tutto alla grande e d’altronde te lo sentivi che questa era la volta giusta!

MA, AD UN TRATTO… LA TRAGEDIA!

Un bel giorno, però, un maledetto dannato BEL giorno, succede che incroci lo sguardo con quel tipo lì che ti somiglia tanto.

Quello che è QUASI uguale a te, perché ha tutto al contrario e che abita lì sulla parete del bagno o sulla porta dell’armadio…

Ha tutto invertito rispetto a te: tu alzi il braccio destro e lui il sinistro. Pieghi la testa a sinistra e lui a destra.

E pure quel rotolino di ciccia lì sotto a destra ( o sinistra) dell’ombelico, è proprio uguale al tuo…

E pure quel ramo secco attaccato alla spalla…

Così quel tuo sosia invertito ti ricorda che:

  • NON AVRAI MAI L’ADDOME SCOLPITO!
  • NON AVRAI MAI IL BRACCIO MUSCOLOSO!

È finita!

Tutto quello che stai facendo non serve a niente!

Anche se ti stai impegnando seriamente, i risultati non ci sono e non ci saranno mai!

BASTA! MOLLO TUTTO! Tanto non ne vale la pena: è tutto inutile!

 

ASPETTA UN ATTIMO!

Cerca di capire cosa ti sta succedendo e soprattuto come mai sta accadendo.

Ti sei accorto di esserti concentrato SOLO sun un piccolissimo particolare, tralasciando tutto il resto?

Ti sei concentrato SU UN SOLO PICCOLO PARTICOLARE NEGATIVO e hai ignorato il resto del corpo.

Se tutto è andato come scritto sopra

  • sei stato diligente nell’allenamento
  • sei stato attento nel seguire la tua alimentazione
  • sei stato preciso nel seguire le indicazioni del tuo Coach

SICURAMENTE sarai migliorato a livello globale!

Quindi sarai dimagrito o avrai messo su massa muscolare, migliorando il tuo aspetto fisico.

Però tu ti sei concentrato unicamente su quel piccolo aspetto, non occupandoti del complesso.

Questo comportamento è molto autodistruttivo e può scatenare una spirale di frustrazione che non ti può condurre al tuo obiettivo.

Devo confessarti che alla fine, contrariamente a quello che ho scritto all’inizio come titolo,

NON È AFFATTO COLPA TUA!

Come mai dico ciò?

Potrebbe essere che anche tu, come me d’altronde, sei stato “educato” a VEDERE QUELLO CHE NON VA BENE, invece dei piccoli successi che sicuramente ci sono in ogni attività che decidi di fare.

Il fatto è che per abitudine, hai talmente tanto condizionato questo comportamento che ormai sei un vero campione nell’adottarlo in ogni campo della tua vita (lavoro, vita sentimentale, hobbies, …)

 

Ti avevo accennato che anche io i qualche modo sono stato “educato alla frustrazione“.

Ora ti racconto per bene.

Mi ricordo quando da bambino o ragazzo tornavo da scuola con quello che a me sembrava un gran bel voto.

Attendevo con ansia il momento del pranzo per poter orgogliosamente esibire il mio successo e raccogliere un bel po’ di ovazioni.

Avevo fatto un bel lavoro e mi aspettavo il giusto riconoscimento da parte di chi rappresentava in quel momento tutto il mio mondo, i miei genitori.

Piccola parentesi: ho avuto degli ottimi genitori eh!

Tutto ciò che sono e come sono lo devo soprattutto a loro!

 

Tuttavia avevano un modo di spronarmi che, purtroppo, all’epoca tutto mi sembrava, fuorché un incentivo.

E quindi all’ostentazione del mio risultato rispondevano con un secco:

“HAI FATTO LA METÀ DEL TUO DOVERE!”

La mia espressione era quella a fianco…

E non ho mai capito quale era l’altra metà…

 

 

Scherzi a parte, solo dopo anni di sofferenze e di studio interiore ho compreso il vero intento di questa frase.

Era un modo per farmi comprendere che non mi dovevo accontentare ma dovevo continuare a impegnarmi per migliorare sempre più.

Il problema era che allora non potevo capire tutto questo e la mia reazione naturale era: “… e che cazzo! E che mi impegno a fare allora?”

Questo atteggiamento autolesionista non ha fatto altro che crescere con me, finché, non mi sono trasformato in un MANIACO DELLA PRECISIONE!

È un parafrasi per dire che NON MI ACCONTENTAVO MAI, dato che riuscivo a trovare il più piccolo pelo microscopico mai visto nel famoso uovo.

E quindi mi perdevo quello che era ok, impegnato come ero nella ricerca di ciò che poteva non andare bene!

Probabilmente qualcosa di quello che ti ho appena confessato, ti potrebbe suonare familiare e non mi sorprenderebbe affatto!

E allora cosa puoi fare?

Come dico spesso di persona ai miei atleti e su facebook, il percorso verso il miglioramento fisico è una maratona e come tale va trattata.

Se ti scoraggi o perdi focus, difficilmente arriverai al traguardo.

Quindi impara a notare i piccoli cambiamenti che stai tu stesso producendo. I tuoi piccoli successi. Ed impara a gioirne.

Perché, per quanto piccoli, sono i mattoncini che creeranno il tuo nuovo splendido grande successo!

E allora, la prossima volta che incrocerai quel tuo strano sosia lì, appeso al muro, mezzo appannato, guardalo fisso negli occhi e osservalo tutto per intero.

E strizzagli l’occhio, perché se lo merita.

Perché te lo stai meritando… 😉

 

Coach Max

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.