QUESTO DANNATO SGARRO È IL TUO PEGGIOR NEMICO!

Sto mettendo ordine a del materiale che ho prodotto nel tempo.

Ed è così che ho ripescato questo video di circa un anno fa, in cui parlo di cheat meal, junk food e del più comunemente noto

SGARRO!

Senza dilungarmi troppo, ecco qui sotto il video completo che trovi anche sul mio canale You Tube

Ricorda che SOTTO IL VIDEO, c’è un nuovo articolo di approfondimento.

Quindi

 

GUARDA SUBITO IL VIDEO

(Puoi guardalo anche senza audio e seguire i sottotitoli)

 

E SUBITO DOPO

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO!

 

Come hai potuto vedere, il video lo registrai in giro per le strade di Milano, circa un annetto fa, alla vigilia dei Campionati Italiani NBFI.

Nel bel mezzo delle rifiniture dei dettagli prima della competizione, l’argomento clou delle nostre chat era

“Coach cosa mangio dopo la gara?”

Tra chi erano mesi che preparava le liste degli alimenti che voleva concedersi e chi era partito in ritardo e quindi era pieno di dubbi, io personalmente vivevo un misto di ilarità, nervosismo, voglia di uccidere tutti e cose del genere…

Invece di pensare a quale strategia avremmo adottato, a quale magheggio il coach si stava preparando per portarli alla loro forma migliore, mi chiedevano

COSA DOVEVANO MANGIARE

Un po’ come quando anche i non agonisti mi fanno:

Stavo leggendo la preparazione e avevo una domanda:

NON VEDO IL PASTO LIBERO, COME MAI?

La mia risposta è altrettanto semplice e scontata:

NON LO VEDI, PERCHÉ NON C’È!

BASTARDO!

Non lo dicono, ma so che lo pensano.

Lo so perché è la stessa cosa che ho pensato io quando è capitato a me.

Solo in seguito, ho capito che anche questa specie di divieto aveva un senso.

Come anche il NON divieto.

 

Prima di entrare nel dettaglio però, permettimi di fare una precisazione che potrebbe sembrarti ovvia.

COSA È IL CHEAT MEAL?

Senza appesantire troppo le cose, il cheat meal, junk food, altro non è quello che tu italianissimo chiami comunemente

SGARRO

Come ho scritto e raccontato in un contributo precedente, devi tenere presente che un discorso del genere ha più effetti collaterali che positivi se NON SEI METABOLICAMENTE FLESSIBILE

A tal proposito, se non lo hai già fatto, ti invito a CLICCARE SUL LINK SEGUENTE:

FLESSIBILITA’ METABOLICA

 

Lasciami dire, comunque che, come asseriva un mio formatore, lo sgarro, inteso come viene inteso nella maggior parte delle dei casi,

È UN SEGRETO!

Non deve saperlo nessuno!

Solo il prete quando ti vai a confessare!

Se il tuo coach ti mette un pasto libero, un cheat, NON È UNO SGARRO!

Perché in qualche maniera nella sua programmazione è probabile che lui lo ha contato e previsto.

 

Considera ora questo esempio.

Immagina, cosa succede a un aereo che sta per decollare dalla pista.

Accelera sempre di più per raggiungere una velocità tale che poi gli consentirà di sconfiggere le leggi della fisica e, infine, staccarsi da terra.

I motori rombano, l’acceleratore è a fondo e la velocità aumenta.

Poi, di colpo, decelera.

Così, all’improvviso.

Poi, di nuovo, ricomincia ad accelerare per decollare.

Macina metri per metri aumentando la sua velocità. Consumando inesorabilmente la pista a disposizione.

Però, all’improvviso, di nuovo, i motori perdono potere. Diminuisce la velocità ed eccolo lì, di nuovo col culo piantato a terra!

Secondo te, quando decollerà questo aereo?

Quanta pista dovrà avere a disposizione?

Ti vedo perplesso… Continua a leggere allora!

Devi sapere che quell’aereo che vuole decollare sei proprio TU che affronti il tuo percorso alimentare.

Tu, che giorno dopo giorno segui quella tabella e le direttive, accelerando verso il risultato.

LA SUA CORSA A VELOCITÀ CRESCENTE NON È ALTRO CHE LA TUA.

E ANCHE LA SUA FRENATA!

All’improvviso infatti arriva il week-end e fai lo sgarro.

Succede che rallenti, deceleri, ti allontani dal successo.

Per poi, ricominciare il lunedì e rifrenare il week-end successivo.

E ANCHE OGGI, DECOLLI DOMANI!

 

Il discorso cambia nel caso di persone ed atleti avanzati.

Infatti questo sgarro può servire anche per scaricarsi psicologicamente dello stress e delle fatiche dell’anno molto impegnativo.

D’altra parte, attaccarsi troppo a questo momento.

Desiderarlo troppo intensamente, può portare a comportamenti un tantino eccessivi che possono facilmente sfociare in grosse abbuffate.

Con la conseguenza di malesseri anche importanti con conseguente peggioramento della condizione fisica che richiederà diverso tempo in più per essere ristabilita.

Devi fidarti di me quando dico queste cose perché per primo ne sono stato vittima e so bene cosa vuol dire.

E magari leggendo queste righe anche tu ti stai rivedendo in queste cose, perché probabilmente anche tu hai vissuto simili esperienze.

 

Quindi cosa fare?

A patto che tu puoi permetterti questo sgarro, perché sei metabolicamente flessibile o perché il tuo coach ti sta guidando ad esserlo, l’indicazione è sempre

USA IL BUON SENSO

Cosa vuol dire?

Se ti sei affidato a qualcuno, lasciati guidare.

Chiedi, informati, apprendi e FIDATI!

Se ancora non lo hai fatto, EVITA di intendere questo momento trattandoti come una discarica a cielo aperto.

Sperimenta, fai delle prove ed impara ad usare il cibo come carburante.

Pur appagando il gusto e il momento sociale e gratificante.

Quindi, QUANDO TE LO POTRAI PERMETTERE, quando finalmente sarai decollato e sarai in volo, SOLO ALLORA potrai sostenere una piccola perdita di quota e concederti lo sgarro.

Quel giorno avrai la dimostrazione che tu, il tuo obbiettivo, lo hai già raggiunto e superato!

E forse, quello sgarro, non sarà poi più così fondamentale.

 

Coach Max