LA RICARICA DEI CARBOIDRATI? ECCO PERCHÉ NON FUNZIONA!

Qualche giorno fa chiacchieravo con il mio amico Gianmaria Marzola (che saluto perché non ci vediamo quasi mai).

Discutevamo sui alcuni luoghi comuni che periodicamente saltano e risaltano fuori nel mondo del body building e fitness.

Si parlava di alcune pratiche che vengono adottate alla cieca perché gli argomenti su cui si fondano non sono affatto capiti.

E quindi quello che risulta è che viene trasmessa la brutta copia, della brutta copia di una cattiva informazione.

Nel dettaglio parlavamo di un mio articoletto di un paio di anni fa.

Quando ancora “giocavo” in questo settore.

In cui trattavo un argomento ancora oggi semisconosciuto e male interpretato.

Era un piccolo scritto sulla famigerata

RICARICA DEI CARBOIDRATI

 

Bene.

Sono riuscito a ripescare questo articoletto e quindi te lo ripropongo qui sotto, in modo che puoi leggerlo con calma e tranquillità quando meglio riterrai opportuno.

Quindi clicca sul link che trovi qui sotto e salva il file.

LEGGILO CON CALMA DOPO!

PERCHÉ ORA È IMPORTANTE CHE CONTINUI A SEGUIRE QUESTO VIDEO

Ricarica_Carboidrati_-_by_MAX-CORALLO.pdf
( clicca con il tasto destro e seleziona “Salva link con nome…” ) 

Infatti

DEVI CONTINUARE A SEGUIRE IL VIDEO E LEGGERE GLI APPROFONDIMENTI

perché ora ti mostrerò a grandi linee, come mai questa pratica e TUTTE le altre che puoi conoscere

NON FUNZIONERANNO MAI!

 

Parlando con Gian mi sono accorto che PRIMA di affrontare discorsi come questo, probabilmente è necessario fare diversi passi indietro.

Come probabilmente saprai, se mi segui online, negli ultimi mesi sono stato impegnato insieme al mio amico e coach Francesco Paleari, in alcuni seminari.

 Il titolo di questi seminari era:

APPROCCIO MENTALE E PRATICO AL NATURAL BODY BUILDING

 Non spaventarti!

Anche se il tuo obiettivo NON È quello di fare body building ma solo fitness, i concetti sono esattamente gli stessi.

Ciò che cambia è l’intensità e la profondità con la quale vengono applicati.

Quindi, accettando questa premessa, la base del discorso rimane ampiamente valida per ottenere il TUO risultato.

Dicevo, con grande piacere e soddisfazione ho visto partecipare a queste giornate diversi ragazzi e ragazze affamati di sapere e conoscenza.

Molte persone che, come TE, vogliono conoscere il SEGRETO nascosto dietro il risultato di atleti che gareggiano nel panorama internazionale con corpi da fantascienza.

Persone che come TE vogliono scoprire quale METODO o quale PRATICA consente di avere un corpo muscoloso e magro.

  • Ricarica di carboidrati?
  • Ricarica di grassi?
  • Cos’altro?

QUALE È IL SEGRETO NASCOSTO?

Questa è la domanda che ti consuma il cervello.

E lo so bene.

LO SO BENE PERCHÉ‘ PER ANNI E’ STATA ANCHE LA MIA DOMANDA!

Ma stai tranquillo!

Non esiste nessun segreto!

Come ho detto prima, si tratta solo di fare alcuni passi indietro per avere più chiaro alcune cose.

Così potrai FINALMENTE scoprire DOVE sta l’intoppo.

Potrai scoprire

QUALE È LA VERA FREGATURA!

 

 

Da coach, mi piace dare degli spunti.

Tu, poi, dovrai usare questi spunti per fare le tue riflessioni e i tuoi approfondimenti.

DA ME NON AVRAI MAI LA PAPPA PRONTA!

Dovrai essere disposto a METTERTI IN GIOCO e capire che ci devi mettere del tuo.

Sono sicuro che sei una persona CAPACE, e quindi come mai dovresti aspettarti l’imboccata da qualcuno?

QUINDI TIENITI PRONTO A LAVORARE!

 

Detto ciò, è ora di entrare più nel cuore del discorso, che dici?

Allora, sono sicuro che conoscerai i tre macro nutrienti vero?

Bene.

Lascia stare per un momento la quota proteica che devi assumere.

Sono sicuro che sai benissimo quale è quella giusta per te.

In caso contrario, puoi calcolarla seguendo le numerose indicazioni che sono fornite ad esempio dai vari servizi online.

Questa quota proteica, per ora, lasciala fissa.

E concentrati sulle altre due quote dei macro nutrienti che il tuo corpo generalmente usa A SCOPO ENERGETICO.

Cioè quelle relative ai CARBOIDRATI ed ai GRASSI.

Ti invito a chiederti:

QUANTO SEI FLESSIBILE?

 

Chiaramente intendo dal punto di vista METABOLICO.

Il tuo metabolismo passa velocemente dai grassi ai carboidrati e viceversa?

Oppure no?

Hai  mai sentito parlare di RER?

Beh, il RER è un parametro che misura il rapporto tra anidride carbonica (CO2) espirata e ossigeno (O2) inspirato (CO2/O2), consentendo di determinare la proporzione di grassi e carboidrati che vengono impiegati ai fini energetici.

Probabilmente ti interesserà sapere che un RER elevato dopo un pasto a base di carboidrati indica che stai utilizzando i carboidrati di quel pasto.

Mentre un RER basso dopo un pasto ricco di grassi indica che usi i grassi di quel pasto.

COSA VUOL DIRE IN PRATICA?

Ipotizziamo che ad esempio arrivi FIACCO ad un pasto.

Consumi il tuo bel meritato pasto e:

  • Sei subito energico e reattivo
  • Ma dopo un po’ ti “cala la palpebra” e ti viene un bell’abbiocco
  • E ti sentiti di nuovo un po’ fiacco
  • E non vedi l’ora di mangiare di nuovo

Questo andamento è indice di INFLESSIBILITA’ METABOLICA!

Vuoi un altro esempio?

Ok!

A digiuno bevi un paio di caffè.

  • Ti riattivi subito e riesci ad essere efficiente nelle tue attività fino alla fine?
  • Ti riattivi ma dopo poco ti spegni di nuovo?

Il secondo caso è ancora indice di  INFLESSIBILITA’ METABOLICA!

 

E IN QUESTE CONDIZIONI

NESSUNA STRATEGIA AVRÀ SUCCESSO!

 Nemmeno la RICARICA DI CARBOIDRATI tanto desiderata!

 

Infatti se sei POCO FLESSIBILE, dopo una botta di carboidrati avrai sì una super risposta, come quando ti senti attivato da adrenalina.

TUTTAVIA NON AVRAI PIENEZZA MUSCOLARE

E dopo qualche ora ci sarà un calo drastico con conseguente “4 di bastoni” sul letto.

QUINDI CHE FARE?

È molto semplice.

Devi prima correggere questo atteggiamento.

Come?

Ma come fai già ora, facendolo MEGLIO, in maniera più ragionata.

  1. DIETA

Non intesa come restrizione calorica ma come STILE DI VITA.

Quello adatto a SOLO A TE!

Alla tua situazione attuale.

Con tutto quello che ne consegue

  1. ALLENAMENTO OPPORTUNAMENTE STUDIATO

Non per bruciare calorie ma per mettere massa muscolare in modo da forzare l’utilizzo dei grassi a riposo e durante i workout.

  1. INTEGRAZIONE

Alla fine.

SE E SOLO SE hai fatto bene le precedenti due.

E’ molto utile ad esempio assumere degli integratori che fanno incrementare e stimolare l’AMPKPer migliorare il trasporto di glucosio e l’ossidazione lipidica.

Come detto nel video, se hai ancora dubbi o ti servono ulteriori chiarimenti, ti invito a commentare qui sotto o a contattarmi tramite i soliti canali.

Buon allenamento!

Max Corallo